Il mal di schiena colpisce gli impiegati d’ufficio

Uno dei problemi principali accusati da quanti svolgono un lavoro d’ufficio che prevede di stare molte ore seduti alla scrivania è il mal di schiena. Il mal di schiena, che colpisce in maniera più o meno forte molti impiegati d’ufficio, è spesso causato da una postura sbagliata, che bisogna cercare di correggere, ma a volte il problema è acuito dall’uso di una sedia non consona. Per questo motivo è molto importante, quando si arreda un ufficio, prestare particolare attenzione alla scelta delle sedie operative, che per essere ottimali devono presentare alcune precise caratteristiche.

Caratteristiche delle sedie operative

La prima caratteristica che una sedia per ufficio dovrebbe avere è la capacità di sostenere la colonna lombare. Per fare ciò, la sedia dovrebbe avere uno schienale dotato di una curva naturale; ma dato che ognuno di noi è diverso, lo schienale della sedia dovrebbe essere in grado di adattarsi a seconda di chi ci si siede. Per questo motivo, molti modelli di sedie da ufficio sono dotate di schienale regolabile.
Molto importante, oltre alla posizione della schiena, è anche quella delle braccia: per questo motivo molte sedie operative sono dotate di poggia braccia regolabili.
Per essere comoda al 100%, una sedia operativa deve essere realizzata con materiali adeguati. I materiali di cui sono rivestite le sedie per ufficio permettono di dar vita a delle sedute morbide ma non troppo, e i tessuti di cui si compongono sono solitamente traspiranti per rendere il tutto ancora più confortevole.

Occhio alla postura!

Grazie a queste caratteristiche, le sedie operative permettono a chi sta seduto molte ore alla scrivania di limitare i danni derivanti da una posizione che per sua stessa natura è fonte di uno stress molto forte per la schiena, ma anche per le spalle e il collo. Ovviamente la scelta della sedia giusta deve essere accompagnata da comportamenti corretti: solo unendo le due cose possiamo ottenere dei benefici per la nostra schiena!