Varie categorie di mobili per ufficio

Quando si parla di arredamenti per l’ufficio, non tutti i mobili sono uguali! La categoria dei mobili per ufficio comprende infatti delle sottocategorie, che si caratterizzano per delle caratteristiche proprie e specifiche. Una delle maggiori differenziazioni che si possono operare è quella fra mobili direzionali e mobili operativi.

19

Caratteristiche dei mobili direzionali

I mobili direzionali, lo dice il nome stesso, sono quei mobili che vengono solitamente scelti per gli uffici della direzione, mentre i mobili operativi sono quelli che si usano negli altri ambienti dell’ufficio. Le due tipologie di mobili si differenziano quindi per la funzione che svolgono. Se da una parte è vero, infatti, che in entrambi i casi si tratta di arredamenti per ambienti di lavoro, d’altro canto è innegabile che i mobili direzionali svolgano, più dei mobili operativi, una funzione che potremmo definire di rappresentanza. I mobili direzionali, infatti, servono anche per dare una certa immagine dell’azienda e della direzione, e devono quindi essere maggiormente curati dal punto di vista dell’estetica e del design. Questo non significa certo che i mobili operativi non vengano curati dal punto di vista estetico: in ogni caso, infatti, il design dei mobili per ufficio deve essere curato per trasmettere una buona impressione a chi entra nell’ufficio e per contribuire a creare un ambiente di lavoro piacevole, ma è innegabile che tale attenzione all’estetica, nel caso degli arredi direzionali, cresca ulteriormente.

Funzionalità ed estetica: dosaggi diversi!

Gli arredi direzionali saranno quindi caratterizzati da materiali più pregiati, da linee più originali, e in certi casi, quasi per far trasparire l’importanza del ruolo di chi li usa, appariranno particolarmente imponenti. Nel caso dei mobili operativi, invece, l’accento sarà posto maggiormente sulla funzionalità e sulla praticità, e sarà quindi probabile avere a che fare con linee più semplici e materiali scelti anche in base alla loro resistenza.
In conclusione, sia nei mobili direzionali sia nei mobili operativi sono presenti sia la componente estetica sia quella funzionale, ma in percentuali diverse!