Un ambiente di lavoro arricchente, collaborativo, positivo

L’open space, ad oggi, risulta essere la soluzione maggiormente adottata da parte degli imprenditori. Contrapponendosi al modo di operare in uso dagli anni Cinquanta, che prevedeva singoli uffici, al manager moderno piace poter tenere sott’occhio i propri dipendenti. Ma non certo per esercitare un controllo: un ufficio open space è diventato una ottima soluzione per porre rimedio alle conseguenze improduttive scaturenti dall’ufficio singolo. Si è osservato, infatti, che un dipendente isolato, dislocato in piccoli ambienti, fa fatica a trovare un confronto ed il lavoro risulta così inficiato da un senso di alienazione alla cui origine potrebbe proprio trovarsi la solitudine. L’open space, viceversa, tra i molti vantaggi, permette una maggiore collaborazione tra colleghi, una comunicazione più immediata e semplice, il sentirsi parte di una storia aziendale condivisa, anche fisicamente.

Perché scegliere un Open Space per la tua impresa

Investire in un open space, con una estensione di qualche centinaio di metri quadrati, può rappresentare un’ottima occasione per aumentare la produttività aziendale: concentrare più dipendenti in uno stesso ambiente rende facilitato il lavoro in team, abituando gli impiegati a cooperare tra loro. Anche la creatività ne risente in modo positivo: le idee scorrono più veloci attraverso un confronto continuo, aperto e positivo. L’open space garantisce, infine, un ottimo investimento in termini economici, dal momento che permette una flessibilità organizzativa, contenendo notevolmente i costi di impiantistica e di arredamento.

Vendita di un Open Space: cosa guardare?

Nella vendita di un open space vanno calcolati, oltre alla grandezza effettiva dell’immobile, una serie di altri fattori, quali ad esempio l’ubicazione dell’ufficio e la futura organizzazione degli spazi: un ufficio open space non dovrebbe assolutamente risultare caotico, ma neanche dispersivo, onde evitare di perderne i vantaggi. Uno sguardo attento, inoltre, dovrebbe essere riservato all’impiantistica e al fondamentale ruolo della luce, che dovrà risultare adeguata per ogni singola postazione nella quale divideremo lo spazio tramite, ad esempio, l’uso di tramezzi.